fbpx

Come vi piace la carne?

Avete presente il profumo che si sprigiona dalla carne cotta sulle braci?

BRACE

Quanti di voi hanno una griglia nel proprio giardino o sul balcone ? chi è il miglior grigliatore?

I NOSTRI GRIGLIATORI

In Bussola usiamo diversi metodi di cottura: la graticola romagnola con le braci a carbone di legna, la piastra di acciaio oppure, per lo stinco e gli arrosti, un forno a vapore molto particolare, con il quale riusciamo ottenere ottime cotture, mantenendo il più possibile inalterati i principi nutrizionali della carne. Per costine, coppa, galletti, pancetta e asado usiamo il churrasco ovvero una cottura su spade che girano facendo rosolare la carne a fuoco diretto.

DOVE COMPRIAMO LA CARNE CHE VI SERVIAMO?

Il nostro principale fornitore è l’IT.AR.CA ossia la italo argentina carni, di Sant’Ilario d’Enza da molti anni importatore di carne da tutto il mondo.

PERCHÈ IT.AR.CA?

L’azienda acquista i bovini nelle zone di origine dove vengono allevate da aziende certificate secondo il programma ufficiale americano che ne attesta e garantisce la provenienza, la metodologia di allevamento e la qualità del cibo somministrato. Quando i bovini raggiungono età e peso ottimale vengono lavorati nelle zone di origine e trasportati con mezzi idonei in Italia ma non prima d’esser stati frollati per almeno 25 giorni.

SICUREZZA E QUALITÀ DELLA CARNE

L’importazione di carne Black Angus americana è sorvegliata da un rigido protocollo che certifica provenienza, metodo di allevamento e tipo di alimentazione, e soprattutto che garantisce l’assenza di ormoni.
La carne che scegliamo, per il nostro menù, proviene da animali di razza Black angus americana, oppure angus irlandese ma abbiamo deciso di allargare la nostra gamma introducendo la razza Garonese Iberica, ottima soprattutto per le sue dimensioni, regalandoci dei filetti fino a 15 cm di diametro, teneri e saporiti.

Tutte i bovini di razza Angus sono allevati al pascolo, dove si nutrono di erba caratteristica di quel particolare territorio e  verso i 12/15 mesi vengono inseriti in pascoli a coltivazione di mais che aumenta e migliora il grasso del bovino, oltre a determinare il sapore della carne stessa.

PER SAPERNE DI PIÙ

I tagli presi dalla parte anteriore o posteriore dell’animale provengono da muscoli più sollecitati e danno quindi una carne meno tenera. Quelli presi al centro (entrecote, costata e filetto) derivano invece da muscoli di sospensione, dove il poco esercizio regala una carne estremamente tenera.
Grazie alla marezzatura, ovvero le finissime infiltrazioni di grasso che si sciolgono durante la cottura, si ottiene un gusto superbo.

Consigli di cottura

Adoperate preferibilmente una griglia sottile, al fine di avere una cottura per irradiazione diretta della brace. La carne deve ricevere di colpo un calore molto forte, in modo da rosolare la superficie da entrambi i lati impedendo la fuoriuscita dei succhi. E’ per questo che non dovete assolutamente forarla con forchette o altri arnesi appuntiti. Solo a cottura ultimata potrete salarla, preparando un pinzimonio a base di sale grosso pestato, pepe, aceto balsamico, olio d’oliva e due foglie sminuzzate di rosmarino.
E se non avete il tempo di scegliere e preparare la carne secondo queste preziose regole? Vi aspettiamo per gustare i tagli migliori preparati con lo stesso amore che usereste a casa! Presto allestiremo il nostro angolo esterno con griglia alla brace, vi aspettiamo per cenare al fresco del nostro giardino!

Lascia un commento

*