fbpx

Se si Fa in 4 per farti felice, è una Pizza !!

La pIzza è simbolo d’italianità. Con pomodoro, mozzarella e basilico simboleggia anche i colori della bandiera italiana. Parlando di cucina, gli italiani sono famosi all’estero principalmente per due cose : la Pizza e la Pasta

Senza titolo

Un pò di storia

Questo piatto ha una storia davvero lunga, molto complessa ed incerta, tuttavia le prime attestazioni scritte della parola “pizza” sembrano risalire intorno al 997 in testi ritrovati nella città di Gaeta.

Come tantissimi dei piatti che conosciamo ed apprezziamo al giorno d’oggi, è nata come piatto povero: una focaccia cotta al forno a legna ad alta temperatura fatta semplicemente miscelando gli ingredienti base ( farina, acqua ed un pizzico di sale).

Faceva parte del classico cibo venduto in strada dagli ambulanti per pochi denari alla gente del popolo, già all’ epoca degli antichi grechi e romani.

Poco a poco la ricetta di questa focaccia diventa più completa ed appetitosa, arricchendosi con pezzetti di formaggio e un pò di strutto sciolto per insaporirla.

Inizia così a diffondersi oltre che fra i popolani, anche fra i signori d’alto rango.

La pizza come la conosciamo noi comincia a prendere forma con la scoperta dell’America e la diffusione del pomodoro in Italia, che da allora diventa un ingrediente fondamentale per tantissime ricette.

Nacque così la pizza Marinara, la più antica, condita con pomodoro, origano ed aglio.

 

800px-Eq_it-na_pizza-margherita_sep2005_sml

La Pizza Margherita, tra leggenda e realtà

La vera storia della pizza Margherita non si può tralasciare: Raffaele Esposito, il pizzaiolo dell’Ottocento napoletano più famoso, viene incaricato di far assaggiare alla Regina Margherita in visita a Napoli nel 1889 con suo marito il Re Umberto I proprio la pizza napoletana.

La leggenda racconta che egli, volendo fare bella figura, preparò tre tipi di condimenti : la classica focaccia con strutto, formaggio e basilico; la marinara con origano, aglio e pomodoro; e l’ultima variante con la mozzarella, il basilico fresco e il pomodoro per simboleggiare i colori della bandiera italiana, allora stato nascente. Essa fu appunto chiamata pizza Margherita in onore della Regina che dimostrò gradirla parecchio.

La Pizza Margherita è ormai diventata un’ istituzione oltre che un simbolo, avendo anche il merito di aver stimolato e scatenato la fantasia dei maestri pizzaioli che, dal capostipite Raffaele Esposito in poi, si sbizzarriscono ancora oggi con pizze arricchite dagli ingredienti più diversi e disparati, accontentando davvero i gusti di tutti, dai più piccoli ai più grandi.

Dal 4 febbraio 2010 la Pizza è diventata Specialità tradizionale garantita dall’Unione Europea.

 

pizza

La Pizza in Bussola

E’ uno dei nostri piatti forti; in certe serate i nostri pizzaioli arrivano a sfornarne anche 500 !!

Puoi scegliere fra pizza con impasto bianco, integrale o Senza Glutine, quest’ ultimo ovviamente preparato e cotto con tutte le accortezze e le norme del caso, essendo il nostro locale membro dell’ AIC (Associazione Italiana Celiachia).

E ancora pizza Normale, Tirata, Alta, Doppia Pasta…

Nel nostro Menù ci sono più di 60 gusti diversi di pizza, e, se non sei ancora soddisfatto, puoi aggiungere tutti gli ingredienti che vuoi a tua scelta.

Non poteva mancare, insieme a quelle più classiche, ovviamente la nostra pizza “Bussola” con pomodoro, mozzarella, wurstel, prosciutto cotto, olive, carciofi, funghi e speck.

Fra le pizze “Speciali” del nostro Menù troverai la ricercata “Villanella”, con stracchino e pere, la delicata “Kaori” con Philadelpia e rucola, la saporita “Nostrana” arricchita con pancetta fresca, fagioli e grana e tante altre, senza dimenticare le Pizze Bianche ed i nostri fantastici “Arrotolati”.

“Fatti ‘na pizza e vedrai che il mondo poi ti sorriderà”
cit-Pino Daniele

….noi siamo d’accordo con il grande Pino Daniele….e tu?

Lascia un commento

*